pexels-karolina-grabowska-4197562_edited

MEDICINA

Scorri la pagina e scopri il nostro programma per la facoltà

e chi sono i candidati per il Comitato di Direzione (CDD) 

e per i singoli dipartimenti

IL NOSTRO PROGRAMMA

Scopri i dettagli del nostro programma

e contattaci se hai domande!

POLO CENTRALE

 

TIROCINI
I tirocini sono un elemento fondamentale della nostra facoltà. Nonostante questo, al Polo Centrale
finora siamo troppo spesso degli spettatori passivi per quanto riguarda le nostre attività
professionalizzanti in reparto. Vogliamo apportare delle modifiche al piano didattico per quanto
riguarda le frequenze in reparto, in modo simile a quello che è già stato fatto presso il Polo Vialba.
Intendiamo farlo cambiando la distribuzione dei crediti formativi, in modo non solo da frequentare
maggiormente i reparti più significativi, ma anche da lasciare dei crediti liberi per permettere ad ogni
studente di scegliere quale specialità approfondire maggiormente.
La frequenza in reparto a volte non è fruttuosa perché lo studente e il tutor non sono consapevoli
degli obiettivi che devono essere ottenuti. Proponiamo di creare un form per i reparti, che contenga
le competenze da acquisire e permetta di valutare a posteriori se sono state raggiunte. Vorremmo
che questo venisse letto prima dello svolgimento delle attività in reparto, sia dallo studente che dal
tutor, in modo che già in partenza sia chiaro per entrambi lo scopo della frequenza.

 

DIDATTICA
Medicina è uno dei pochi corsi di laurea che ancora mantengono l’obbligo di frequenza. Il carico
di ore non è sostenibile. Vogliamo dunque avvicinarci alle altre università europee, che hanno meno
lezioni frontali e più ore di didattica alternativa.
Lo streaming delle lezioni è un grande opportunità per andare incontro agli studenti impossibilitati
a partecipare in presenza: chiediamo che sia mantenuto in modo definitivo per tutti coloro che
svolgono i TPV in ospedali lontani dalla propria sede e per coloro che si trovano in condizioni di
fragilità.
Proponiamo di modificare il regolamento didattico, in modo che sia possibile fissare appelli extra
nei casi in cui i professori siano disponibili.
Vogliamo introdurre una seconda parte del questionario di opinione degli studenti, da compilare
dopo il superamento dell’esame, in modo che sia possibile valutare le modalità di svolgimento
della prova, l’organizzazione dei docenti e la coerenza con quanto dichiarato durante le lezioni.

 

SPAZI e SERVIZI
L’università non è fatta solo di lezioni, tirocini ed esami, ma anche di studio, pause e incontri.
Vogliamo quindi costruire un polo universitario che risponda a tutte le esigenze di noi studenti.
Chiediamo di rendere disponibili le aule per lo studio e per le attività culturali (quando non utilizzate
dai docenti), e di dedicare appositi spazi coperti alle pause pranzo.
Puntiamo alla riapertura permanente delle mense universitarie dopo l’emergenza Covid e a nuove
convenzioni con punti di ristoro esterni, per evitare le lunghe code in fila prima dei pasti.
Vorremmo inoltre implementare le aree microonde e garantire prezzi più accessibili tramite le
chiavette per i distributori automatici.

 

FREQUENTARE ALL’ESTERO
Ad oggi la lingua della scienza è indiscutibilmente l’inglese. La conoscenza di tale lingua è sempre
più indispensabile non solo per la comunicazione delle conoscenze mediche, ma anche per il dialogo
con il paziente. Per questo motivo vogliamo aumentare le mete in paesi anglofoni, dove l’inglese
sia la lingua della vita del reparto, e non solo delle lezioni. In particolare, intendiamo puntare
soprattutto sull’Irlanda, che ha un piano di studi più compatibile con il nostro.
Affinché più studenti possano fare un’esperienza all’estero, il nostro obiettivo è quello di aumentare
il numero di mete che prevedano una permanenza di 6 mesi.
La candidatura per il programma Erasmus prevede un lungo iter amministrativo che spesso si
trasforma in una corsa a ostacoli. Per facilitarla, puntiamo a far conoscere meglio il programma
Erasmus tramite degli incontri di informazione con il referente del polo e a velocizzare la
pubblicazione delle graduatorie per permettere agli studenti di ottenere in tempi utili le
certificazioni di lingua richieste dalle università ospitanti.

POLO VIALBA

 

Verso una nuova normalità
Implementare attività penalizzate dalla pandemia:
Libera fruizione dei manichini e maggiori esercitazioni di anatomia.
Dissezioni preparati anatomici.
Esercitazioni con vetrini di istologia.
Collaborazioni studentesche a supporto delle esercitazioni.

 

Didattica innovativa e studio
Commissione docenti-studenti per lo sviluppo della didattica innovativa.
Acquisto di manichini interattivi per la pratica clinica.
Passi da matricola: individuare studenti degli anni più grandi che possano fungere da riferimento alle matricole su studio e vita universitaria.

 

Spazio ultima frontiera
Convenzioni con bar e ristoranti dentro e fuori dal polo.
Nuovi spazi al coperto per mangiare e più tavoli all’aperto.
Zona ricreativa con ping-pong.
Aumento dei posti auto.
Aprire le aule inutilizzate.
Effettiva installazione di un erogatore dell’acqua.

 

L’università oltre lo studio

Counseling psicologico.
Dedicato a noi: organizzazione di un ciclo di incontri su vari temi proposti dagli studenti per gli studenti.

 

Biblioteca
Modificare la modalità di prenotazione delle biblioteche e di utilizzo degli armadietti per una migliore fruibilità.
Stipulare una convenzione per avere una quota semestrale di stampe gratuite.

 

Tirocini
Convenzioni con nuovi reparti e aumento posti.
Referenti e tutor nei reparti.
Ufficio di tirocinio per l’organizzazione delle AP.

 
 

POLO SAN PAOLO

Didattica “student centered”
Appelli d’esame fuori sessione in caso di disponibilità del professore.
Didattica alternativa: modalità di svolgimento più chiare e finalizzate al consolidamento di nozioni già apprese a lezione.
Far fronte all'aumento del numero di matricole per garantire una didattica di qualità a tutti.

 

Imparare sul campo
Riforma delle attività professionalizzanti: garantire la frequenza prolungata in reparti di carattere generale e permettere al singolo studente di scegliere tra un pool di reparti comprendente le materie più specialistiche.
Aumento del numero dei reparti frequentabili all’ospedale San Carlo.
Un tutor per ogni studente.

 

Più università in università
Spazi ristoro al chiuso e all’aperto per il consumo dei pasti portati da casa.
Distributori automatici di snack e bevande calde nel blocco C.
Ristrutturazione dell’anfiteatro e dei bagni.
Garantire una quota semestrale di stampe gratuite.

 

Step by step
Programmazione anticipata del corso di auscultazione di AREU rispetto all’inizio delle attività professionalizzanti.
Recupero del corso di primo soccorso per gli studenti dell’attuale terzo anno.

COMITATO DI DIREZIONE (CDD)

I CANDIDATI

DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE E CLINICHE L. SACCO

SCIENZE CLINICHE E DI COMUNITÀ 

DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE

DIPARTIMENTO DI FISIOPATOLOGIA MEDICO-CHIRURGICA E DEI TRAPIANTI

I CANDIDATI

COMITATO DI DIREZIONE (CDD)

MEDICINA

SCARICA IL NOSTRO PROGRAMMA

Scarica il nostro programma in formato PDF cliccando sull'icona di "Adobe"