SCIENZE POLITICHE 

Dopo i lockdown è emersa con forza la carenza di spazi della nostra sede, motivo per cui abbiamo lavorato per garantire il ritorno in presenza, affinché l'università adeguasse i suoi spazi e servizi alle esigenze di noi studenti. 

Per questo motivo abbiamo chiesto ed ottenuto l’apertura della Biblioteca E. C. Pischel con capienza al 100%  con prolungamento dell’orario di apertura dalle 18.30 alle 19.30, il prolungamento dell’orario di apertura degli spazi studio dell’Edificio 1 dalle 18.30 alle 19 e l’apertura di due nuove aule studio nell’ex polo informatico (con capienza 44 posti), adibite ad aule per ripetere. 

Abbiamo chiesto l’adeguamento degli spazi già esistenti alle necessità sempre più evidenti degli studenti, in particolare la presenza di prese elettriche in ogni postazione della Biblioteca e delle aule. Nei piani -1 e -2 della Biblioteca e in alcune aule questo adeguamento è avvenuto, ma il lavoro deve continuare.

 

Ci siamo mossi poi per garantire che gli studenti aventi diritto potessero usufruire delle convenzioni ristoro in bar e ristoranti adiacenti alla sede di via Conservatorio portando proposte volte ad allargare l’offerta (ad oggi sono convenzionati: Nuova Bertazzoni, Cafè Charlotte, Ristorante Metropolis, Gran Caffè, Nagott, Caffè Savarè, L’ostel, Surfing poke, Smoked, 93gradi, Vailati, Bar Conservatorio).

 

In fine,  è stato avviato un intenso dialogo con la Presidente del Collegio didattico di SIE Lidia Sandrini, per discutere la riforma del Corso di laurea di SIE. Questa riforma, ideata dalla Professoressa Sandrini e sostenuta dai nostri rappresentanti, è volta a migliorare l’offerta formativa del Corso di laurea, attraverso la modifica dei curricula del III anno accademico che consenta di renderli più pertinenti all’area di studio scelta.