top of page
BASE SITO I'M LIVIN' IT_edited.jpg

STUDI UMANISTICI

Scorri la pagina per scoprire il nostro programma e i nostri candidati 

IL PROGRAMMA 

DIDATTICA 

SUPERAMENTO DEGLI SCAGLIONI ALFABETICI

 Proponiamo che l’attuale sistema degli scaglioni alfabetici per la suddivisione degli studenti tra le varie cattedre venga sostituito da un sistema di iscrizione ai corsi sulla base di numeri stabili: gli studenti avranno così modo di scegliere i docenti sulla base dei propri interessi, garantendo comunque un principio di equa distribuzione degli stessi tra i vari corsi. L’iscrizione avverrebbe entro la seconda settimana dall’inizio delle lezioni, così da permettere agli studenti di vagliare effettivamente i vari insegnamenti e compiere una scelta consapevole.

 

COORDINAMENTO A STUDI UMANISTICI

  Tanto per evitare la dispersione dei fondi dei dipartimenti nella creazione di corsi “doppione” quanto per favorire l’arricchimento dell’offerta formativa dei singoli corsi di laurea, chiediamo che siano aumentate le collaborazioni tra i dipartimenti all’interno di Studi Umanistici nell’erogazione di corsi di interesse comune (es. le storie) e l’accesso degli studenti ai corsi non afferenti al proprio dipartimento (es. lingua 0).

 

AUMENTARE LA DIDATTICA COOPERATIVA

  Constato come l’attuale percorso di studi sia quasi esclusivamente individuale (se non individualista) e di come questo risulti poi penalizzante rispetto al successivo approccio lavorativo e sociale, chiediamo che la Facoltà favorisca - laddove possibile - la didattica cooperativa, tramite dibattiti, lavori di gruppo e presentazioni in aula.

 

LABORATORI

Nonostante l’importante ruolo che i laboratori ricoprono ai fini del conseguimento della laurea, sono lasciati troppo spesso in secondo piano. Attualmente la loro condizione è molto varia sui diversi corsi offerti dall’ateneo: alcuni offrono un numero insufficiente di laboratori, altri hanno un’offerta inadeguata alle esigenze di studentesse e studenti. Riteniamo quindi che sia necessario, oltre all’introduzione dei questionari sulla qualità, un dialogo attivo con studentesse e studenti rispetto alle differenti esigenze dei singoli corsi di laurea.

Ci impegneremo a promuovere l’introduzione di laboratori che preparino alla stesura della tesi in tutti i corsi di laurea, e che preparino studentesse e studenti a conseguire certificazioni linguistiche – o di altro tipo – utili ad accedere al mondo del lavoro. Proponiamo inoltre che siano aumentate le attività seminariali e i convegni ai quali vengono assegnati i 3 cfu sostitutivi dei laboratori. È, in ultimo, necessario sia fatta più chiarezza in merito alle attività sostitutive ai laboratori: la nostra università offre in merito opportunità interessanti (tirocini a scuola e in aziende) di cui troppo spesso non si è a conoscenza.​ 

CALENDARIZZAZIONE ANTICIPATA

 chiediamo che i calendari delle lezioni vengano pubblicate entro due settimane dall’inizio dei corsi.

 

COMUNICAZIONE

 Per garantire maggior tutela degli studenti di studi umanistici per la comunicazione, proponiamo di dar loro uno spazio collegiale più consono alle loro esigenze didattiche rispetto all’attuale collocazione in Studi Storici.

 

 

SOSTEGNO ALLO STUDENTE:

 

PEER MENTORING

ti senti solo e spaesato? Vuoi un consiglio su come prepararti al meglio un esame? Chiedilo agli studenti. Proponiamo l’attivazione in tutti i dipartimenti del servizio di peer mentoring, un supporto a orientamento, studio, vita universitaria offerto da studenti per studenti.

 

CONOSCENZA E CONSAPEVOLEZZA DEGLI STUDENTI COINVOLTI NELLA VITA UNIVERSITARIA

 chiediamo che i rappresentanti degli studenti possano intervenire agli incontri di presentazione dei Corsi di laurea a inizio anno, così che tutta la comunità studentesca possa sapere a chi rivolgersi in caso di bisogno.

 

 

ESAMI:

 

VALUTAZIONE DEGLI ESAMI

vogliamo iniziare un dialogo con il Dipartimento e con la Facoltà per introdurre un modulo di valutazione anonimo per poter valutare l’esame sostenuto. Coscienti delle possibili discrepanze di giudizio a seguito dell’andamento dell’esame, vogliamo rendere il modulo quanto più possibile legato, non tanto alla puntigliosità delle richieste dei docenti, ma incentrato su possibili atteggiamenti non consoni dei docenti o degli assistenti. Si verrebbe così a configurare uno strumento oggettivo da porre sotto osservazione agli stessi docenti e ai responsabili del Corso di Laurea.

 

CALENDARIZZAZIONE

  Chiediamo che nella calendarizzazione degli esami siano indicate fasce orarie più o meno dettagliate (con una distinzione minima tra mattina e pomeriggio dei vari giorni). Crediamo, infatti, che la conoscenza dell’orario in cui verrà sostenuto l’esame aiuti molto lo studente sotto l’aspetto dell’ansia pre-esame e che sia anche uno strumento utile per agevolare spostamenti e possibili impegni medico-lavorativi degli studenti.

 

APPELLI DA SETTEMBRE A SETTEMBRE

 Sapere quando si sarà chiamati a svolgere i propri esami è elemento fondamentale per organizzare la propria sessione e decidere scientemente quali corsi frequentare (tantopiù per quegli studenti che necessitano di recuperare un più o meno cospicuo numero di esami). Chiediamo quindi che - quantomeno approssimativamente - i professori pubblichino sin da settembre sulla pagina del corso le date di tutti i propri appelli d’esame fino al settembre successivo. 

 

ESAMI SCRITTI

  La maggior parte della valutazione del percorso formativo del nostro corso di studi è attuata tramite esami orali che, pur indubbiamente indispensabili e di comprovata utilità, rischiano di indebolire le spesso già fragili capacità scrittorie degli studenti: chiediamo che, laddove ciò sia possibile, i docenti dispongano quale metodo di valutazione d’una parte del corso elaborati scritti (brevi saggi, approfondimenti etc.).

 

 

ELABORATO FINALE:

Ci sembra che l'attuale modalità di gestione del momento della discussione, che permette la presenza di sole tre persone in aula per ogni laureando, limiti al massimo i festeggiamenti e propone un ulteriore momento per la consegna dei diplomi, non sia gratificante per lo studente stesso. A questo proposito, proponiamo di aumentare a 10 il numero di persone in aula e chiediamo che sia lasciata agli studenti la possibilità di festeggiare, nei limiti del possibile, un momento così significativo. Inoltre, vorremmo che la proclamazione avvenga direttamente al termine della discussione, istituendo la possibilità di ritirare il diploma presso le segreterie o tramite servizio postale.

 

AUTONOMIA DIPARTIMENTALE

far sì che i singoli dipartimenti possano strutturare autonomamente un proprio calendario di discussione delle tesi, che possa agevolare le procedure e ridurre i tempi di attesa per gli studenti. Questo permetterebbe, inoltre, una maggior efficacia delle discussioni, introducendo la possibilità di creare delle commissioni tematiche, così che non sia solo il relatore a poter interagire con lo studente rispetto all'argomento dell'elaborato.

 

CALENDARIZZAZIONE ANTICIPATA

fissare in modo stabile la diffusione dei calendari di laurea ad almeno 15 giorni dalla discussione, così da favorire gli studenti nell'organizzazione.

 

 

 

INTERNAZIONALIZZAZIONE:

 

OFFERTA D’ATENEO

Il potenziamento dell’offerta di mete per il programma Erasmus, per valorizzare le specificità dei singoli dipartimenti.

 

COMMUNITY

 La creazione di un apposito hub, dove gli studenti interessati a partire possano mettersi in contatto con gli studenti rientranti da esperienze all’estero.

 

SHARED COURSES (4EU+)

 Dialogare con i docenti referenti 4EU+ dei singoli dipartimenti per creare un tavolo di lavoro che possa definire dei pacchetti d’esame per poter agevolare la procedura degli Shared courses per poter consentire allo studente di accedere più facilmente a questa possibilità diminuendo i passaggi burocratici.

 

FLAGSHIPS (4EU+)

 Ridefinire le flagships del programma 4EU+ per renderle più allineate all’offerta formativa del nostro Ateneo e dei singoli dipartimenti.

 

INCOMING

 Favorire una modalità efficace per accogliere gli studenti Erasmus incoming nel nostro Ateneo per dar loro la possibilità di un’esperienza all’estero il più completa possibile.

 

INFORMATICA:

 

Contenutisticamente datato, l’attuale accertamento delle competenze informatiche risulta inoltre non spendibile sul mercato del lavoro: chiediamo che si ripensi ai contenuti dello stesso, incentrandolo sul pacchetto Office (Word, Excel etc.)

 

ACCESSO ALL’INSEGNAMENTO:

 

TAVOLO PERMANENTE

 Chiediamo che sia istituito presso la facoltà un tavolo permanente di confronto e lavoro con i referenti per l’accesso all’insegnamento del nostro Ateneo e dei vari Dipartimenti di Studi Umanistici, così da creare dei momenti di confronto e d’informazione circa le nuove procedure e i mutamenti nel percorso che sono in atto.

 

INCONTRI FORMATIVI

 Chiediamo che siano istituiti incontri appositi per rendere consapevoli gli studenti delle possibilità offerte dall’Ateneo circa la nuova riforma, in particolare per quanto riguarda il percorso dei 60 CFU e della possibilità di acquisirne già alcuni nel mentre della laurea magistrale.

 

TIROCINI A SCUOLA

Proponiamo che siano resi maggiormente accessibili i tirocini curriculari presso le scuole, abbassando il rapporto ore/CFU e creando maggiori convenzioni con le scuole superiori milanesi: crediamo che l’esperienza sul campo sia la modalità privilegiata per verificare l’effettiva vocazione o meno degli studenti a questa delicata professione e per comprendere se quindi valga la pena investire tutto l’impegno richiesto per accedervi.

B1.png

COMING SOON

bottom of page