7e34d205d6c241e22f9f630f6c04235a.jpg
(colore) nuovo logo OS.png

FILOSOFIA

Scorri la pagina e scopri il nostro programma per la facoltà

e chi sono i candidati per il Comitato di Direzione (CDD) 

e per i singoli dipartimenti

IL NOSTRO PROGRAMMA

Scopri i dettagli del nostro programma

e contattaci se hai domande!

RIFORMA DELLA TRIENNALE 

DI COSA SI TRATTA: 

È in corso in queste settimane una riforma della Triennale di Filosofia, che entrerà in vigore a partire dal prossimo anno accademico, e riguarderà tutti gli immatricolati dall’a.a.2021/2022 in poi. Qui di seguito le principali novità:

  • 4 esami obbligatori con corsi erogati al primo semestre del I anno, uno per ogni ambito disciplinare:

  1. Logica e filosofia della scienza

  2. Storia della filosofia

  3. Fondamenti di filosofia morale

  4. Storia della filosofia antica

  • Non saranno più da sostenere 3 laboratori, bensì

  1. Informatica (3CFU)

  2. un laboratorio da 24 ore da 2 CFU (consigliato al II anno)

  3. un seminario da 1 CFU (consigliato al III anno)

  • L'elaborato finale - la tesi- diventa da 6 CFU (e non da 9)

  • Cambieranno le griglie in cui sono disposti gli esami, con l’inserimento anche di insegnamenti nuovi. In sostanza, rimane ampio margine di scelta tra gli insegnamenti filosofici e non. Gli esami saranno  divisi per anni, con una scansione che però – ci è stato assicurato non sarà vincolante (si potranno ad esempio sostenere esami del III anno al II e o al I e viceversa).

COME CAMBIERA’ IL PIANO DI STUDI:

E' stata approvata durante il lockdown una modifica del Regolamento degli studenti di Unimi (comma 10 art. 16) che prevede che non si “non possono sostenere esami a scelta senza la previa approvazione del piano di studio”. Ciò significa che, per sostenere qualunque esame a scelta (quindi non obbligatorio) del nostro corso di laurea, occorre prima averlo inserito nel piano di studi. Nella Facoltà di Studi Umanistici è stata proposta questa soluzione: ogni studente dovrebbe compilare un piano di studi da 60 CFU circa (quindi per il I anno) nel primo semestre, e un altro piano di studi per il II e III anno da compilare all’inizio del II. 

Cosa comporterà per noi la compilazione di un piano all’inizio del II anno? A differenza di come è sempre stato, il sistema non consentirà più l’iscrizione a un esame che non sia inserito nel piano di studi; probabilmente, sarà solo possibile una modifica al terzo anno. Questo impedirà di compiere scelte progressive di semestre in semestre, dovendo progettare tutte le proprie scelte all’inizio dell’anno. 

LA NOSTRA PROPOSTA:

A fronte di tali cambiamenti, abbiamo elaborato una proposta che permetta da un lato una miglior organizzazione del Corso di Laurea, dall’altro una tutela della ricchezza formativa dello stesso, garantita solamente da una vera libertà di scelta. Chiediamo: 

  1. che, dei 4 esami obbligatori per le matricole, ne vengano erogati tre nel I semestre, uno nel II semestre

  2. che il piano di studi da 60 CFU da compilare al I anno possa essere consegnato all’inizio del II semestre, ​e non del I (una matricola appena arrivata potrebbe faticare a valutare appropriatamente l’entità e il contenuto degli esami a scelta)

  3. che la pubblicazione dei programmi di tutti i corsi avvenga nel mese di settembre, prima della compilazione del piano di studi (che riteniamo debba avvenire nel mese di ottobre). In questo modo lo studente, all’inizio del II anno, potrà disporre di tutti gli strumenti per scegliere consapevolmente tra gli esami proposti per il suo II anno

  4.  che venga inserita la possibilità di una modifica sostanziale del piano di studi all’inizio del III anno: lo studente potrà così visionare i programmi dei corsi proposti al suo III anno, e valutare se mantenere le scelte operate in  precedenza o modificarle in base ai propri interessi

  5. che venga garantita la possibilità di sostenere esami fuori piano (per un massimo di 18 cfu, come da nuovo Regolamento) e la possibilità di inserirli nel piano di studi in sede di modifica.  

Crediamo infatti che la varietà e pluralità di insegnamenti del nostro dipartimento siano un punto di forza, e che la libertà di  scelta tra essi sia l’unico modo perché questa ricchezza possa essere fruita dagli studenti, che possono così costruire il loro percorso individuale, sulla base dei propri interessi e delle proprie inclinazioni. Crediamo che le nostre proposte possano  salvaguardare tutto questo, e assieme permettano di non gravare eccessivamente sulle segreterie, il che finirebbe per causare problemi di tipo organizzativo alla carriera dello studente stesso. 

DIDATTICA

Didattica e situazione sanitaria

Chiediamo che le lezioni online siano interamente in sincrono (e non audio o videoregistrate), poiché riteniamo importante il dialogo vivo tra professori e studenti nelle ore di lezione. Chiediamo anche che i professori carichino repentinamente le registrazioni sul sito Ariel,  lasciandole disponibili per l’intera durata di validità del programma d’esame.

Appelli

Proponiamo, come ci è già stato promesso anni fa, di anticipare e uniformare la pubblicazione delle date degli appelli a inizio semestre o almeno sui siti Ariel di ogni professore. Proponiamo di distribuire in modo più equo gli appelli d’esame, avendo l’accortezza di sfruttare tutto l’arco di tempo concesso da regolamento. Come? Istituendo una commissione-orari per monitorare le coincidenze tra lezioni e appelli dei corsi maggiori presenti nei “percorsi didattici consigliati”. Per far fronte al sovraffollamento in sede d’esame, proponiamo, su modello di altri atenei, di abolire il momento dell’appello fisico o telematico e chiediamo invece che i professori si adoperino per produrre un calendario completo delle interrogazioni immediatamente dopo la chiusura delle iscrizioni. Questo per evitare da una parte uno spreco di tempo eccessivo in sede d’appello, dall’altra la possibilità che alcuni studenti si presentino il giorno dell’appello senza alcuna certezza su quando verranno interrogati. Se ciò risultasse impraticabile, ci impegneremo a trovare nuove soluzioni.   

Laboratori

Richiediamo di semplificare l’intricata procedura di preiscrizione. Come? Introducendo nell’app “LezioniUnimi” la possibilità di iscriversi direttamente ai laboratori, senza dover pre-iscriversi e poi iscriversi. Proponiamo di aumentare i posti disponibili, raddoppiando il numero degli iscritti ad ogni laboratorio (circa 60), anche sfruttando la modalità telematica. Per ovviare al problema dei numeri, invitiamo a valorizzare maggiormente i tirocini nelle scuole, ad aumentare il numero dei seminari, e chiediamo inoltre di inserire laboratori di lingua (tedesco, francese e spagnolo) per l’acquisizione di 3 CFU. Perché ogni studente possa avere a disposizione tutti gli strumenti per scegliere quale laboratorio frequentare, chiediamo di specificare le modalità di svolgimento e valutazione fin dal momento della preiscrizione.

Accertamenti linguistici magistrale

Per l’accertamento linguistico in francese, tedesco, spagnolo suggerito dal piano di studi della magistrale, chiediamo dei corsi  propedeutici da 24 ore, che possano essere equiparabili a laboratori. 

ORIENTAMENTO IN INGRESSO

Proponiamo di aprire le lezioni dei corsi principali alle future matricole in alcune settimane dell’anno: questo per facilitare l’orientamento con la partecipazione alla vita universitaria. Per favorire l’accoglienza e l’orientamento delle matricole, proponiamo sia di pubblicizzare maggiormente i siti Ariel e gli altri strumenti utili, diffondendo capillarmente i Vademecum dell'Ateneo attraverso la voce dei professori a lezione, sia di incrementare gli incontri introduttivi di inizio anno.

INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ampliare l'offerta

Proponiamo di ampliare l’offerta Erasmus, aumentando il numero di università convenzionate e i posti disponibili, in particolare nel Regno Unito. Introduciamo anche mete extraeuropee, con più convenzioni per overseas, in particolare negli USA, con cui il nostro dipartimento non ha ad ora alcun contatto. Vogliamo introdurre anche la possibilità di conseguire double degree durante il periodo all’estero. Vogliamo promuovere anche la stesura della tesi all’estero, chiedendo una semplificazione della procedura di richiesta della tesi, nonché una maggior sponsorizzazione. Per tutte queste esperienze all’estero, richiederemo negli organi alti l’erogazione di un numero maggiore di borse di studio, che tengano conto anche del merito, oltre che del reddito. 

Differenziare l’offerta

E' opportuno che l’offerta extraeuropea interna a Studi umanistici venga differenziata, specificando le mete per ogni dipartimento. 

Prima di partire

Chiediamo di migliorare la preparazione all’esperienza all’estero, potenziando i  corsi intensivi di lingua e introducendo anche convenzioni gratuite con enti certificatori esterni.

COMUNICAZIONI E SITO

App

Proponiamo di condensare nell’app esistente “LezioniUnimi” tutte le funzioni (come prenotazione posti biblioteca, prenotazione lezioni, Ariel) con l’aggiunta di un sistema di notifiche all’applicazione, così che lo studente rimanga costantemente aggiornato rispetto alle lezioni e agli avvisi che vengono inseriti dal professore su Ariel. 

Ariel

Sosteniamo la necessità che quest’unica piattaforma di lavoro sia potenziata e  utilizzata in maniera esaustiva dai professori, col caricamento delle lezioni registrate già presenti su Teams. 

Sito CDL Filosofia

Proponiamo di mettere più in evidenza bandi biblioteche, tutoraggi e stage, e dare particolare risalto alla pagina dedicata alle matricole con una FAQ di domande  frequenti sul funzionamento dell’università (es. tasse e scadenze). Inoltre, proponiamo di migliorare il sistema di ricerca con un filtro per “parola chiave”,  attualmente poco funzionante.

InformaStudenti

Dato il carico troppo pesante di domande che ogni giorno riceve InformaStudenti,  con il conseguente rallentamento nei tempi di risposta, proponiamo di creare un  filtro priorità, per questioni urgenti a livello di scadenza. Proponiamo inoltre di  dar vita a un forum istituzionale dove i rappresentanti possano rispondere agli studenti. 

 STUDI UMANISTICI

Scopri i dettagli del nostro programma

e contattaci se hai domande!

I CANDIDATI

COMITATO DI DIREZIONE (CDD)

STUDI UMANISTICI

DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA "PIERO MARTINETTI"

EMERGENZA COVID

L’emergenza perdura: il desiderio che anima più che mai ora noi studenti è quello di tornare a un’università vissuta, per quanto ci è concesso, ma vissuta. Per questo vogliamo proporre in toto una didattica sincrona, forma che ci sembra più vicina a quella delle lezioni in presenza e in cui è possibile una reale interazione col docente. Proponiamo inoltre una regolamentazione degli orari delle lezioni: troppo spesso ci troviamo di fronte a lezioni che sforano rispetto all’orario consueto, senza permetterci di collegarci alle lezioni sincrone subito prima o dopo. Sosteniamo inoltre la necessità di una accessibilità prolungata delle lezioni registrate sui siti Ariel. 

 

LAUREE

Proponiamo, come da Regolamento didattico (art. 18, c. 4), l’introduzione di un quarto appello di laurea magistrale a ottobre: passa troppo tempo tra il primo appello di luglio e il secondo di dicembre e questo tempo, per chi fosse già pronto a settembre, sappiamo essere molto prezioso per iniziare a entrare nel mondo del lavoro. 

Chiediamo poi di posticipare le date di consegna tesi, portandolo da un mese a due settimane dalla discussione, così da sfruttare al massimo giorni che sicuramente rimarrebbero sprecati: ci impegneremo a collaborare con le segreterie, spesso affannate per il caricamento delle carriere, per trovare una soluzione in questa direzione.

Sosteniamo inoltre il ripristino della discussione per la laurea triennale, come è sempre stato: per noi il lavoro di tesi ha un valore decisivo e segna una tappa fondamentale per la nostra crescita nel percorso di studio in università; crediamo, sulla base dell’esperienza di moltissimi studenti, che sia un momento di grande importanza e riconoscimento per noi studenti. 

Per i laureati triennali di dicembre molto spesso tra la laurea e l’immatricolazione passa più di un mese e si perde così la possibilità di sostenere gli esami al primo appello della sessione invernale: chiediamo sia velocizzato il processo di immatricolazione così da consentire ai laureati di poter usufruire dell’intera sessione d’esame, cui hanno diritto. 

 

RIFORMA REGOLAMENTO DEGLI STUDENTI

È stata approvata durante il lockdown una modifica del Regolamento degli studenti di Unimi (comma 10 art. 16, in vigore a partire dagli immatricolati nell’a.a. 2021/2022) che prevede che “non si possono sostenere esami a scelta senza la previa approvazione del piano di studio”. Ciò significa che, per sostenere qualunque esame a scelta (quindi non obbligatorio) del nostro corso di laurea, occorre prima averlo inserito nel piano di studi. Nella Facoltà di Studi Umanistici è stata proposta questa soluzione: ogni studente dovrebbe compilare un piano di studi da 60 CFU circa (quindi per il I anno) nel primo semestre, e un altro piano di studi per il II e III anno da compilare all’inizio del II. 

Cosa comporterà per noi la compilazione di un piano all’inizio del II anno? A differenza di come è sempre stato, il sistema non consentirà più l’iscrizione a un esame che non sia inserito nel piano di studi; probabilmente, sarà solo possibile una modifica al terzo anno. Questo impedirà di compiere scelte progressive di semestre in semestre, dovendo progettare tutte le proprie scelte all’inizio dell’anno. 

Per tutelare la ricchezza formativa garantita dalla libertà di scelta degli esami dei nostri Corsi di Laurea, che questa nuova clausola andrebbe a ostacolare, abbiamo elaborato la seguente proposta: 

-che la pubblicazione dei programmi di tutti i corsi avvenga nel mese di settembre, prima della compilazione del piano di studi (che riteniamo debba avvenire nel mese di ottobre). In questo modo lo studente, all’inizio del II anno, potrà disporre di tutti gli strumenti per scegliere consapevolmente tra gli esami proposti per il suo II anno.

-che venga garantita la possibilità di una modifica sostanziale del piano di studi all’inizio del III anno: lo studente potrà così visionare i programmi dei corsi proposti al suo III anno, e valutare se mantenere le scelte operate in precedenza o modificarle in base ai propri interessi. 

-che venga garantita la possibilità di sostenere esami fuori piano (per un massimo di 18 cfu, come da nuovo Regolamento) e la possibilità di inserirli nel piano di studi in sede di modifica. 

Crediamo infatti che la varietà e pluralità di insegnamenti dei CdL di Studi Umanistici siano un punto di forza, e che la libertà di scelta tra essi sia l’unico modo perché questa ricchezza possa essere fruita dagli studenti, che possono così costruire il loro percorso individuale, sulla base dei propri interessi e delle proprie inclinazioni. Crediamo che le nostre proposte possano salvaguardare tutto questo, e assieme permettano di non gravare eccessivamente sulle segreterie, il che finirebbe per causare problemi di tipo organizzativo alla carriera dello studente stesso.

STUDENTI LAVORATORI

Crediamo sia utile garantire la continuità di accesso alla didattica a distanza, sperimentata in questi mesi, a tutti gli studenti lavoratori, così che possano anche loro avere la possibilità di fruire le lezioni come frequentanti. 

 

LABORATORI

Proponiamo di ampliare l’offerta, includendo anche i bandi studenteschi meritevoli che impegnano numerosi studenti tra di noi. Sosteniamo inoltre sia essenziale proporre una riforma della procedura di iscrizione: basta veglie notturne per un posto al laboratorio!

 

APPELLI

Vogliamo proporre l’istituzione di commissioni-orario per monitorare e calendarizzare razionalmente le date degli appelli, diluendole su tutta la durata della sessione: crediamo sia essenziale per noi studenti poter sfruttare l’intera durata della sessione, così da evitare di andare incontro a sovrapposizioni tra più esami condensati in una stessa settimana. 

Riteniamo fondamentale pubblicare le date degli appelli a inizio semestre, per permettere a noi studenti di organizzare fin da subito lo studio per la nostra sessione. 

Per far fronte al sovraffollamento in sede d’esame, proponiamo, su modello di altri atenei, di abolire il momento dell’appello fisico o telematico e chiediamo invece che i professori si adoperino per produrre un calendario completo delle interrogazioni immediatamente dopo la chiusura delle iscrizioni. Questo per evitare da una parte uno spreco di tempo eccessivo in sede d’appello, dall’altra la possibilità che alcuni studenti si presentino il giorno dell’appello senza alcuna certezza su quando verranno interrogati; in questo modo si eviterebbero disordini e lunghe attese che spesso non fanno che creare disagio e ansia, in un momento importante com’è il giorno d’esame. 

INTERNAZIONALIZZAZIONE

Proponiamo di aprire le lezioni dei corsi principali alle future matricole in alcune settimane dell’anno: questo per iniziare fin da subito ad assaggiare il mondo universitario, favorendo l’orientamento anche con una prima partecipazione alla vita universitaria, con la preziosa occasione di incontrare studenti più grandi.

Per favorire l’accoglienza e l’orientamento delle matricole, proponiamo sia di pubblicizzare maggiormente i siti Ariel e gli altri strumenti utili, diffondendo capillarmente i Vademecum dell'Ateneo attraverso la voce dei professori a lezione, sia di incrementare gli incontri introduttivi di inizio anno.

INSEGNAMENTO

A fronte della confusione generale di fronte ai percorsi universitari per l’insegnamento, proponiamo la creazione di una pagina ufficiale dedicata all’insegnamento e agli esami abilitanti per ciascun Corso di Laurea, con dei vademecum specifici che aiutino tutti a orientarsi, dalle matricole agli studenti magistrali.

SITO E COMUNICAZIONI

Incentiviamo la creazione di un’unica app per tutti i portali Unimi, per mettere in evidenza gli avvisi più importanti relativi a tasse e scadenze. 

Informastudenti: proponiamo l’introduzione di un filtro priorità per termini di scadenza relativi a questioni urgenti.

SPAZI E BIBLIOTECHE

Crediamo sia essenziale, in vista di un rientro in università, estendere gli orari delle biblioteche: siamo studenti e dobbiamo poter usufruire dei luoghi di studio in università. 

Per lo stesso motivo, proponiamo di aprire le aule per lo studio libero, in modo da sfruttare gli spazi disponibili che l’università offre: è stato possibile in questo inizio anno durante questa delicata fase di emergenza, crediamo quindi sia fondamentale mantenere la stessa possibilità anche fuori dall’emergenza.

Razionalizzazione degli spazi: più prese nelle aule e zone ristoro

ORIENTAMENTO IN INGRESSO

Proponiamo di aprire le lezioni dei corsi principali alle future matricole in alcune settimane dell’anno: questo per iniziare fin da subito ad assaggiare il mondo universitario, favorendo l’orientamento anche con una prima partecipazione alla vita universitaria, con la preziosa occasione di incontrare studenti più grandi.

Per favorire l’accoglienza e l’orientamento delle matricole, proponiamo sia di pubblicizzare maggiormente i siti Ariel e gli altri strumenti utili, diffondendo capillarmente i Vademecum dell'Ateneo attraverso la voce dei professori a lezione, sia di incrementare gli incontri introduttivi di inizio anno.

SCARICA IL NOSTRO PROGRAMMA

Scarica il nostro programma in formato PDF cliccando sull'icona di "Adobe"

CI SIAMO!

se hai domande 

o vuoi scoprire qualcosa

sulle elezioni scrivici!

unimi_obiettivostudenti

Obiettivo Studenti - Unimi