Quinto appello FOR24

Per gli aspiranti insegnanti con il c.d. “Buona Scuola” è stata disposta l’attivazione del FIT (Formazione Iniziale Tirocinio), un percorso di introduzione all’insegnamento della durata di tre anni, che richiede come requisito per la partecipazione il conseguimento di 24 crediti in ambito psico-pedagogico. In seguito alle dichiarazioni del Ministro Bussetti, che ha espresso la volontà di ridiscutere i profili della normativa tra cui l’acquisizione dei 24 CFU, regna molta confusione sul destino degli aspiranti insegnanti.
Il Senato Accademico dell’Università Statale di Milano ha approvato un quinto appello all’interno del percorso FOR24 in attesa che il Ministero chiarisca la sua posizione e prenda provvedimenti riguardo all’accesso all’insegnamento, come è stato richiesto recentemente da una mozione del CNSU (Consiglio Nazionale Studenti Universitari),
Il percorso FOR24 era stato proposto all’interno dell’Università Statale per l’acquisizione dei crediti richiesti come requisito per la partecipazione al FIT. Il percorso è rivolto a tutti gli studenti magistrali con la possibilità di vedere già riconosciuti alcuni crediti delle aree richieste (discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologia e tecnologie didattiche), se già conseguiti nella carriera accademica, inoltre era stata prevista la possibilità di acquisire i CFU mancanti tramite l’attivazione di appositi insegnamenti. La decisione del Senato Accademico è stata presa per venire incontro ai 1133 studenti iscrittisi al percorso FOR24 per l’anno accademico 2017/2018 che non hanno terminato entro il 30 settembre i crediti richiesti. Essendo in dubbio la possibilità di attivazione del percorso FOR24 nell’anno accademico 2018/2019, sarà collocato un quinto appello tra dicembre 2018 e gennaio 2019. 
Il Senato Accademico ha inoltre sollecitato il MIUR a chiarire le intenzioni riguardo al percorso di accesso all’insegnamento. 
Lo scenario che si apre a chi vorrebbe lavorare nel mondo della scuola è quindi incerto. Tutti coloro che hanno già intrapreso il percorso FOR24 potranno portarlo a termine grazie al quinto appello, mentre per chi nella sua carriera non ha conseguito i 24 crediti ma ha il desiderio di insegnare, dovrà attendere un chiarimento delle future modalità di accesso al mondo della scuola.
I nostri rappresentanti si stanno impegnando in tutti gli organi interessati, sia all’interno della nostra università che a al CNSU, affinché venga fatta al più presto chiarezza con proposte ragionevoli e pensate nell’interesse degli studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *