Nuovo regolamento per le tasse di UNIMI

Il CDA del nostro ateneo, in cui è presente il nostro rappresentante Andrea Ceriani, si è adeguato alla nuova normativa imposta dalla Legge di Stabilità 2017, deliberando un nuovo regolamento sulla contribuzione studentesca. Il nuovo regolamento tasse di Unimi prevede alcune interessanti novità per l’iscrizione al prossimo anno accademico:
 
NUOVA TASSAZIONE STUDENTESCA
 
Superando addirittura soglia prevista dalla legge di stabilità, il nostro Ateneo ha fissato la NO TAX AREA a 14.000 euro ISEE e ha alzato la quota calmierata fino a 40.000 euro, prevedendo come requisiti di merito il quantitativo minimo di Cfu imposto della legge: 10 CFU per il primo anno e 25 CFU all’anno per gli anni successivi al primo. Per chiarire, gli studenti che presenteranno un ISEE inferiore ai 14.000 euro e saranno in possesso dei requisiti di merito, saranno esonerati dal pagamento delle tasse universitarie. Gli studenti in possesso dei Cfu richiesti e che hanno presentato un ISEE compreso tra 14.001 e 40.000 beneficeranno di progressive riduzioni delle tasse.
 
BENEFICI SUL MERITO
 
Unimi ha introdotto requisiti di merito “interni” che consentono di ottenere un’ulteriore diminuzione della tassazione, estendendo la ‘’no tax area’’ fino a circa 26.000 euro di ISEE: l’esonero di 500 euro per gli studenti in corso in possesso del requisito del 90% dei crediti al 10 agosto dell’anno precedente viene rimodulato in modo da garantire l’intero beneficio agli studenti con ISEE fino a 35.000 euro e la progressiva riduzione del beneficio per gli studenti con ISEE fino a 60.000 euro .
 
TASSAZIONE PER IL PRIMO ANNO FUORICORSO E PER GLI STUDENTI IN CORSO SENZA CFU NECESSARI
 
Altrettanto importante è stato il mantenimento della tassazione attuale per gli studenti in corso e fuori corso da un anno che non hanno i requisiti di merito minimi previsti (25 CFU all’anno). Quest’ultima scelta è sicuramente un ottimo risultato considerando che gli studenti in corso o fuori corso da un anno rappresentano circa l’85% della popolazione studentesca.
 
TASSAZIONE PER I SUCCESSIVI ANNI FUORI CORSO
 
A causa della riduzione del gettito è stato deliberato un aumento, seppur contenuto, della tassazione per gli fuori corso da più di un anno senza i requisiti di merito a partire da un ISEE superiore a 14.000 euro e una rimodulazione della tassazione per gli studenti fuori corso da più di un anno che sono in possesso dei requisiti di merito previsti dalla legge di stabilità, garantendo comunque una riduzione per tutti gli studenti con ISEE inferiore a 32.000 euro.
 
NUOVE MODALITÀ’ DI PAGAMENTO E NUOVE SCADENZE
 
La prima rata di 156,00 euro dovrà essere pagata entro il 2 ottobre 2017. Per quanto riguarda la seconda rata comunichiamo che la scadenza per il pagamento sarà il 31 gennaio 2018 e verrà modulata in base alla dichiarazione ISEE che andrà presentata entro e non oltre il 17 novembre 2017. È possibile infine richiedere la rateizzazione per importi superiori a 1000,00 euro.
Siamo soddisfatti del lavoro svolto all’interno degli organi sul nuovo regolamento tasse. Il nostro impegno ha portato ad un grosso risparmio per i redditi medio bassi che si aggirerà attorno ai 5 milioni di euro. Per quanto riguarda l’aumento della tassazione per i fuori corso da più di un anno siamo riusciti ad ottenere auna riduzione dell’aumento previsto nel progetto originale pensato dall’Ateneo.
 
Per qualunque chiarimento non esitate a contattarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *